Weekend ad Amsterdam, Barcellona e Parigi

Salve a tutti, oggi pubblicheremo dei racconti di viaggio inviati da una nostra lettrice del blog, Marielena. Più che racconti di viaggio li definirei racconti di sensazioni, emozioni o ancora meglio vere e proprie poesie dedicate a queste tre bellissime città dove Marielena è stata.

PARIGI

Mi sei rimasta negli occhi e nel cuore,

con quelle nuvole magiche in un cielo giocoso, come il via vai della gente di ogni lingua e colore che illumina le strade con luce e sapore.

In ogni angolo c’è un pezzo di storia, si può respirare arte e commuoversi in ogni dove… si sente scorrere la vita e il mondo che si muove.

La bellezza avvolge e accarezza lo sguardo e le mani… e ci sarà sempre ancora qualcosa che ti sorprenderà domani.

Ed è così che mi hai preso il cuore, incantevole Paris, città dell’Amore!

BARCELLONA

Distanze immense tutte ricoperte dall’arte in ogni sua espressione: la pittura di Mirò e di Picasso, che si divertiva a fare schizzi sui muri, l’architettura di Gaudì che s’impone dall’alto della Sagrada Familia e si ritrova per strada e nei parchi… e la storia nel suo divenire che si respira attraversando il quartiere gotico, quello romanico fino alla Rambla che conduce al mare!

Port Vell con le mille barche e velieri, la Barceloneta e le lunghe spiagge con i chioschetti dove rifocillarsi con tapas e sangria… gente che corre o gira in bici, turisti alla scoperta di scorci da fotografare lasciando come sfondo l’immensità del mare.

E poi i mercati… tripudio di colori e gusti da scoprire, mescolandosi tra la gente solare che accende di vita l’intera città!

Molteplici locali nelle incantevoli piazze o nascosti tra i vicoli, dove gustare svariati tipi di paella, pesce fresco e piatti tipici e poi… una passeggiata lungo la Rambla, concerti nelle piazze, danze e tanto divertimento grazie allo spirito di una popolazione sempre in festa!

AMSTERDAM

In primavera la città è un arcobaleno di colori, già dall’aereo si rimane stupiti dalle lunghe strisce di rosso, di giallo, di rosa, di arancio… delle distese di tulipani.

Il fascino dei mulini a vento, il giro lungo i canali, la miriade di biciclette che affollano le strade…

E i mercati dei fiori che colorano e inebriano la città con i loro profumi.

E’ una città in vetrina: dalle grosse vetrate delle case che lasciano vedere la vita quotidiana di chi le abita fino al quartiere a luci rosse… tutto è trasparente!

E poi la sera s’inizia a bere birra, in una processione di locali… bevendo e ballando fino all’alba!

E’ una città magica… dove tutto sembra possibile, nella libertà e nel rispetto di sé e degli altri.

CONCLUSIONI

Ringraziamo Marielena per averci inviato queste piccole poesie dedicate ad Amsterdam, Barcellona e Parigi e spero che queste parole vi siano entrate nel cuore e che abbiano suscitato in voi una voglia matta di raggiungere almeno una di queste meravigliose città per trascorrere un magico weekend.

Lascia un commento

Comment