Weekend volo e hotel a Torino

Oggi ospitiamo il racconto di viaggio che ci ha inviato Marco con partenza da Napoli per Torino con volo e hotel.

Ciao sono Marco volevo condividere con voi un weekend che ho trascorso a Torino alcuni mesi fa. Convinto da una mia amica che studiava li, sono partito da Napoli Capodichino con un volo Alitalia diretto a Torino Caselle. Ho preso un taxi che mi ha portato al centro di Torino e poi al mio hotel situato a circa 1 km  e mezzo dal centro città. La prima impressione che ho avuto  non è stata quella della solita città del Nord fredda, come tutti possono immaginare,  ma di una città calda, accogliente e da un atmosfera molto particolare. Accompagnato dalla mia amica e da altri amici torinesi doc, ho cominciato a visitare i luoghi più rinomati della città.  La mia prima visita è stata quella della bellissima e lunghissima Via Garibaldi ricca di negozi, caffè, e ristoranti. La seconda tappa è stata quella di Piazza Castello , la piazza principale di Torino, dove convergono Via Pò, Via Garibaldi, Via Roma, e Via Pietro Micca. In questa piazza, dove non è difficile trovare concerti e manifestazioni, ho visitato il bellissimo Palazzo Reale. Da qui, attraversando Via Roma, mi sono diretto verso Piazza San Carlo, definita il “salotto” di Torino, una delle piazze architettonicamente più belle della città Piemontese. Nei pressi della piazza ho visitato il Museo Egizio che devo dire la verità non mi ha entusiasmato particolarmente. Da qui mi sono recato al famoso caffè “al Bicerin” in Piazza della Consolata per gustare il buonissimo caffè.  Da li, in via Montebello per visitare uno dei simboli della città: La Mole Antonelliana che  in quel weekend ospitava la mostra del Cinema, evento di grande importanza e interesse. All’uscita, la mia amica, mi ha portato a prendere un gelato nella rinomata caffetteria Fiorio, per assaggiare il buonissimo “gelato al gusto di Gianduia” una della specialità del luogo, come d’altronde è facile immaginare che i Gianduiotti sono una delle specialità tipiche.  Sono ritornato in hotel per riposare e prepararmi per la sera. Giunta la sera verso le 7, la mia amica mi ha portato in un noto locale di Torino dove è consuetudine, consumare la cosidetta “Apercena” a base di stuzzicherie, piatti tipici, accompagnati da buon vino Piemontese. Da qui ci siamo spostati verso la zona dei Murazzi sul lungo Po, dove ho trovato moltissimi locali dai generi musicali più disparati e che accontentano qualsiasi gusto ed esigenza. La mattina seguente sono ripartito per Napoli consapevole di aver visitato una città dalle mille sfaccettature e dalle immense bellezze, ricca di arte, architattonicamente interessante, e con una vita diura e notturna da fare invidia alle più rinomate capitali europee.

 

Tags:

Lascia un commento

Comment