I bagni più cari d’Europa Venezia ha il primato

Quante volte vi siete trovati ad andare nei bagni pubblici in vacanza nelle città Europee e vi hanno chiesto di pagare ? Beh!! è una pratica comune e comprensibile in cambio di un servizio adeguato, ma tutto ha un prezzo anche la “plin plin” come dice una nota pubblicità di acqua naturale. In tutte le città esistono varie istallazioni che richiedono monete per entrare e fare i propri bisogni e alcuni invece vi chiedono un compenso per l’uso del bagno del proprio locale, che sia un bar, pub o negozio. Visto che ho la mania di confrontare i prezzi, ho creato una mini classifica dei prezzi dei bagni pubblici ed è venuto fuori che la più cara è la nostra amata Venezia. Non pago, avevo fotografato prima questa cosa (vedi foto in alto) proprio perchè cosi, senza saper leggere e ne scrivere, mi era sembrato un prezzo esagerato. Facendo una ricerca sul web e confrontandola con altre fotografie in mio possesso ho scoperto che è una delle più alte tariffe per fare i propri bisogni. Eccovi la mia classifica:

1) Venezia – €1,50 per i bagni pubblici

2) Roma – Stazione Termini – 1€per i bagni pubblici

3) Copenaghen – 5 Corone Danesi = 0,67 cent di Euro

4) Londra £0,50 = 0,63 cent di Euro

5) Stoccolma – 5 Cornone Svedesi = 0.59 cent di Euro

6) Praga – 10 CZK = 0,40 cent di Euro

7) Bruxelles – 0,20 cent di euro

8 ) Amsterdam – Di solito sono free ma alcuni negozianti, bar o food chiedono 0,50 centesimi di Euro.

9) Barcellona – Di solito sono gratis ma nei bar o negozi possono essere a pagamento.

10) Parigi – Gratis ed efficienti.

Una volta si lasciava la mancia alla signora che poi puliva i servizi igienici, oggi è tutto automatizzato con istallazioni che si autopouliscono e strutture che si adeguano alla struttura e alle strade della città. Tutto cambia, e sono d’accordo a far pagare ad un prezzo ragionevole i propri bisogni, ma 1,50 mi sembra decisamente tanto. Se avete trovato dei prezzi ancora più altri di Venezia, segnalatecelo e condividete su questo blog!

Voli economici per Venezia

Tags:

Lascia un commento

Comment