Azka Hotel a Bodrum la mia esperienza

Quest’estate sono stato in Turchia ed ho alloggiato all’Azka hotel a Bodrum. Leggendo le opinioni contrastanti su Trip Advisor ho optato per questa scelta, allettato dal prezzo e dalla qualità. Un pacchetto completo di volo e hotel mi è costato solo 500 euro per una settimana con trasferimento da e per l’aeroporto. Il tour Operator era Intra che opera in Turchia dal 1980 e l’hotel Azka 5 stelle. L’hotel Azka è un 5 stelle con mezza pensione ed è posizionato nella splendida baia di Bardakçı a circa 1 chilometro e mezzo da Bodrum città che è raggiungibile sia a piedi o con il bus o con la comodissima barchetta al costo di 5 lire turche a tratta. Le stanze,  panoramiche, le ho trovate molto ben tenute, con frigobar e balcone che dava sulla spiaggia,aria condizionata, bagni grandi con doccia ampia e phon. L’unica cosa che mancava era l’aria condizionata nei corridoi dell’hotel, e infatti c’era una bella escursione termica tra le stanze e gli altri ambienti. Il cibo, davvero ottimo! si trovano sia piatti tipici della Turchia che quelli più comuni, con personale sempre attento alle vostre esigenze sia a colazione che a cena. Altro punto a favore e’ la spiaggia privata dell’hotel, uno dei pochi nella zona, ad avere una spiaggia privata nella bellissima baia di Bardakçı. Qui l’organizzazione non è delle migliori, infatti ci sono persone che il giorno prima occupano i lettini con i teli per riservare un posto per il giorno dopo. Spesse volte si creano delle dispute su chi, arriva in spiaggia più tardi e non trova nemmeno un lettino libero. Diciamo anche la spiaggia non è molto grande, quindi si creano spesso questioni in merito soprattutto ad Agosto nelle settimane centrali. Per il resto, mi sono trovato molto bene e la struttura, molto grande, ha a disposizione anche due piscine una al chiuso e l’altra all’aperto, una SPA, campi da tennis, ristoranti, bar, campo da squash, palestra e molteplici attrazioni per trascorrere in pieno relax le vostre vacanze estive a due passi da Bodrum.

– Hai trovato interessante questo articolo? Continua a seguirci su Facebook, Twitter e Google+

Tags:

, ,

Lascia un commento

Comment