Ma le guide turistiche cartacee servono ancora?

Guide cartacee E’ un argomento che da tempo volevo trattare, ma non ho mai avuto il tempo di sviscerarlo per bene, ed oggi, magari anche con qualche vostro commento, vorrei far luce su una domanda che mi pongo da sempre… Ma le guide turistiche cartacee servono ancora ?

Con tutta l’informazione che c’è on line, con blog, forum, community ad hoc, video informativi, è ancora opportuno portarsi nella valigia una guida, magari di qualche anno fa ? Credete che sia opportuno portare una guida pesante, con notizie datate e foto di luoghi che non esistono più? Io personalmente, le colleziono e le amo, adoro il fascino e la competenza che hanno alcune guide tra le più famose. Adoro il cartaceo ed il profumo della carta, e amo le guide anche un po’ rovinate.

Viaggio sempre con una guida al seguito anche perchè potrei informarmi sui luoghi che conosco sul web, ma non di quelli che non conosco. Vi faccio un esempio pratico : Se voglio andare a Valencia, e cerco “weekend a valencia cosa vedere” potrei trovare solo un blog, una guida on line che mi parla dei soliti 10 monumenti e cose da vedere. Una guida cartacea mi dice invece che a Valencia ci sono si quei dieci monumenti, ma che girando l’angolo trovo anche un mercato di artigianato locale e un ristorantino tipico da non perdere. Questa però è solo la mia opinione personale, forse mi sbaglio. Infatti molti non la pensano come me, pensano che on line ci sia tutto ma invece si sbagliano. Si è vero, ma senza ombra di dubbio, i pareri sono contrastanti. Ho posto questa domanda anche su Twitter e molti mi hanno risposto che se ne può fare a meno, altri invece che: non lascerebbero mai a casa la propria guida si sentirebbero persi. Voi cosa pensate ? Avete alternative valide alle guide cartacee?

Comment(6)

  • Milly Bimbieviaggi
    16 luglio 2013 at 12:59

    Io prima della partenza mi documento online per cercare le info che mi interessano, ma in viaggio ho ancora bisogno di avere con me la guida cartacea, magari con i miei appunti (e link) scritti a mano sul libro! 😉

  • Alessandra
    16 luglio 2013 at 14:31

    Io praticamente uso solo e soltanto applicazioni e blog. Prima ricerco i principali punti di interesse, poi scarico app in cui posso segnare i posti che voglio visitare e magari anche qualche guida sulla metro del luogo. Diciamo che lo trovo più pratico. Poi per eventuali ulteriori spunti su luoghi da visitare faccio un’attenta esplorazione delle bacheche nelle hall degli hotel. Si trova sempre qualcosa di interessante.

  • Volopiuhotel.com
    16 luglio 2013 at 14:35

    Si in effetti, forse il giusto equilibrio è un po’ fare affidamento su più risorse. Interessante anche Alessandra la questione hall dell’hotel, potrebbe essere uno spunto per un nuovo post 😀

  • Alfredo
    18 novembre 2013 at 16:42

    Da quando ho cominciato a viaggiare ogni volta che sono in libreria e mi trovo di fronte alla sezione “guide turistiche” rimango imbambolato. Potrei stare ore ed ore a sfogliarle.
    Per i volantini dico che li produce chi ti vende un servizio quindi non si sa mai… buoni come spunto ma poi sempre cercare una valida alternativa.

  • francesca
    18 settembre 2014 at 18:10

    sono una guida turistica di Firenze e vi aspetto per visitare la mia città, immersa nella storia e nella bellezza. Sarà indimenticabile.

  • Volopiuhotel.com
    18 settembre 2014 at 18:16

    Buongiorno Francesca, l’articolo era orientato alle guide turistiche cartacee non quelle fisiche.

Lascia un commento

6 Comments