Visitare il Castello Aragonese ad Ischia

Il Castello Aragonese nel tempo è divenuto uno dei simboli dell’isola di Ischia. Si erge su di un’isola collegata da un ponte lungo circa 220 metri in località Ischia Ponte ed è collegato alla terra ferma da un lungo ponte. Le origini del castello risalgono addirittura al 474 a.c, nel tempo poi Alfonso V di Aragona gli diede maggiori spessore e vigore molto simile al Maschio Angioino che troviamo a Napoli.

Successivamente il castello da fortezza divenne prigione per i cospiratori del regno delle due Sicilie. Oggi, ormai in mani private, il castello è una delle mete turistiche più apprezzate di tutta l’isola di Ischia e merita obbligatoriamente una visita sia durante un fine settimana che durante un’intera vacanza.

Veduta dalla Torre di Michelangelo del Castello Aragonese

Come raggiungere il Castello

Come detto in precedenza, Il Castello Aragonese si trova ad Ischia Ponte a pochi chilomentri da Ischia Porto. In base a dove siete ubicati con l’hotel esiste comunque un buon servizio pubblico che vi porterà a destinazione.

Se siete ad Ischia Porto ad esempio potete o andarci a piedi (circa 10 minuti di cammino) oppure, se il caldo è eccessivo potete prendere l’autobus N.7 da Piazza degli Eroi (Stazionamento)

Se invece siete a Forio, Casamicciola e nelle vicinanze di questi luoghi, potete prendere il CS fino a Piazza degli Eroi e poi prendere il bus N.7

Per maggiori informazioni potete comunque consultare questo sito che ho trovato abbastanza aggiornato qui

Il Castello Aragonese di Ischia

Orari di apertura e costo d’ingresso

Il Castello Aragonese è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 e il biglietto d’ingresso è di 10€ a persona per adulti e ridotto 6€. Gli itinerari da seguire sono due : itinerario di Levante e itinerario di Ponente e all’ingresso vi viene fornita una piccola mappa con i percorsi da seguire.

Le stanze del Cimitero delle Clarisse

Cosa Vedere

Il castello è molto grande e abbastanza in salita, e diciamo che una visita può durare dalle 2 alle 3 ore, dipende dal vostro grado di sopportazione del caldo e della voglia che avete. Seguendo la mappa che vi viene fornita all’ingresso non perdete la Chiesa dell’Immacolata appartenente al XVIII secolo. E’ praticamente quella grossa cupola che si vede, guardando dal ponte, sulla destra del castello. Molto suggestivo è sia il convento che il cimitero delle Clarisse . Quest’ultimo è davvero impressionante. Si arriva in una stanza dove si vedono delle piccole sedute in muratura dove venivano posizionati i corpi senza vita delle suore. Il procedimento era quello di far si che i corpi perdessero tutti i liquidi prima di mummificarsi.

Il castello Aragonese ad Ischia visto da Cartaromana

Alquanto macabro ma molto suggestivo e affascinante. Da non perdere anche : l’Abbazia dei Basiliani di Grecia, la Cattedrale dell’Assunta, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie,  e soprattutto le carcheri politiche italiane che ospitarono Carlo Poerio, Luigi Settembrini e tanti altri personaggi illustri del Risorgimento Italiano. In cima al castello c’è un terrazzo panoramico (degli ulivi) con un cafè dove rigenerarsi e rinfrescarsi dopo la visita. Il castello è dotato anche di ascensore e servizi per disabili. Durante tutto l’anno il castello ospita numerose mostre ed eventi e per maggiori infromazioni potete comunque consultare il sito del castello all’indirizzo : www.castelloaragonese.it

Aperture notturne

Da qualche tempo a questa parte sono state istituite delle aperture notturne fino alla mezzanotte. Dal 28 Luglio al 24 Agosto 2015 c’è la visita serale con il castello tutto illuminato. Una suggestiva emozione assolutamente da non perdere.

Lascia un commento

Comment