Intervista a Silvia Cartotto ed il suo Thegirlwiththesuitcase.com

Silvia Cartotto Travel blogger di The Girl with the suitcase

Buongiorno amici, oggi ho il piacere di intervistare una giovane travel blogger, classe 1986, piemontese, che ci parlerà di come ha creato il suo blog, thegirlwiththesuitcase.com e di come i suoi viaggi, le sue esperienze, le sue passioni sono divenute, piacevoli pagine da leggere tutte di un fiato. Conosciamo meglio Silvia Cartotto, ponendogli ormai le domande di rito…

Conosciamoci un’ po’, hai voglia di parlarci di te e del tuo blog?

Sono Silvia, 27enne piemontese appassionata di scrittura, eventi, viaggi e fotografia. Nella vita faccio la copywriter per un’importante azienda di moda italiana, ma se si potesse vivere scrivendo e viaggiando farei subito la firma! Sul mio blog di viaggi, thegirlwiththesuitcase.com (che significa “la ragazza con la valigia”), racconto le piccole gioie ed emozioni che il viaggiare nel mondo regala. Ciò che mi dà più soddisfazione è ispirare i miei lettori: quando mi scrivono dicendo che stanno per intraprendere un mio stesso viaggio grazie alle parole lette e alle immagini sfogliate sul mio blog, sono soddisfatta e capisco che ciò che faccio dà ottimi risultati.

Quando hai iniziato a fare la blogger e perchè?

Ho iniziato nel 2009, scrivevo su un blog intitolato “La Ragazza con la valigia”, ma ero su un’altra piattaforma. Lo utilizzavo come esercizio dopo aver terminato un master in scrittura per il web, la pubblicità e la comunicazione. A febbraio 2011, una notte, ho pensato di aprirne uno dedicato soltanto ai miei viaggi in italiano e inglese, da qui il titolo tradotto. Oggi scrivo solo in italiano per una scrittura più veloce, spontanea e sentita. Ho iniziato a raccontare i miei viaggi partendo da quello irlandese, datato 2010, semplicemente perchè amo scrivere e viaggiare: il viaggio è la parte di vita che preferisco. Fare la valigia e partire mi fa stare bene: il mondo è troppo grande per non volerlo vedere almeno un po’! Sto bene con lo sguardo perso fuori dal finestrino di un treno in corsa: mi rilassa, mi ispira, mi fa sentire viva.

Sei di quelle che apprezzano o odiano i blogtour ?

Se credo nel progetto, lo sposo e faccio mio. Altrimenti dico di no senza problemi: non ha senso partire per una destinazione se non pensi ti interessi o se non è nelle tue corde ciò che propone l’ente in questione o la struttura di turno. Io sono per la qualità dei contenuti, non per la quantità. E poi siamo nel 2013: i blog tour fini a se stessi son cosa vecchia, guardiamo avanti e parliamo piuttosto di progetti innovativi, seri e integrati in una strategia marketing non lasciata al caso.

Che consiglio daresti a chi vuole creare un suo blog personale?

Devi sentire l’urgenza di scrivere. Altrimenti lascia perdere. E se lo fai senza costanza, il tuo blog muore dopo pochissimo tempo. Aprilo perchè per te è naturale farlo, non perchè va di moda o hai capito che si può guadagnare (non così molto, in fondo). Parlo per qualsiasi settore, non solo il travel: ama ciò che fai e non forzare le cose, il resto vien da sè.

il Blog di Silvia Cartotto

Lo fai di professione oppure è solo una tua passione?

Sul mio blog scrivo per passione. Però grazie ad esso ho in atto alcune collaborazioni esterne in qualità di web content editor, per le quali ricevo una retribuzione mensile.

Come giudichi i tuoi colleghi? Consigliaci un blog/blogger che ammiri o leggi volentieri

Ormai ce ne sono tanti, nascono come funghi; sono pochi quelli che stimo e seguo. Qui te ne cito solo tre, che quando mi fanno questa domanda non smetto mai di consigliare: il primo è Mercoledì tutta la settimana, il secondo è Fraintesa, il terzo Via che si va. Leggeteli e poi ditemi se non vi siete già affezionati. Sono tre bloggers eccezionali!
Grazie per la simpatica intervista, Marco.
A presto e buon viaggio a tutti!

Lascia un commento

Comment