Intervista a Mariangela Traficante di Chelibromiporto.com

Mariangela Traficante bloggerOggi intervistiamo Mariangela Traficante blogger e ideatrice di Chelibromiporto.com un blog davvero interessante, originale, ricco di sfumature e spunti tutti da leggere. Tra libri e viaggi le abbiamo inviato le nostre domande di rito, conosciamo meglio la simpaticissima Mariangela ed ecco come ci ha risposto…

Conosciamoci un po’, hai voglia di parlarci di te e del tuo blog?

Con piacere! Sono una giornalista pugliese, adottata ormai da anni da Milano, città che ho imparato a conoscere piano piano. Lavoro nella redazione di una testata di turismo dedicata agli addetti ai lavori, e circa un anno e mezzo fa ho deciso di creare un blog che raccogliesse due mie grandi passioni, i viaggi e la lettura. Il mio blog si chiama Che Libro Mi porto, ed ho scelto questo nome proprio perchè mi sembrava un modo simpatico per presentarne subito lo spirito: parlo infatti di viaggi ispirati dai libri e di libri capaci di farti assaporare l’atmosfera di un posto anche attraverso le pagine. E naturalmente anche di libri di viaggio veri e propri, itinerari letterari, e guide, purchè siano originali. Uno spazio per chi, come me, ama viaggiare e leggere.

Quando hai iniziato a fare la blogger e perchè?

Ho debuttato appunto nel mondo dei blogger relativamente da poco. Chelibromiporto è nato a settembre 2012, anche se in realtà era un’idea che custodivo già da tempo. Ho sempre amato ripercorrere i luoghi raccontati dagli scrittori, cercare di capire una città o un Paese anche leggendo romanzi ambientati lì. Spesso infatti ci sono storie dove i luoghi diventano protagonisti tanto quanto i personaggi veri. Poi, strada facendo, la passione si è allargata, perchè a dispetto di quanto viene detto spesso sulla (bistrattata) cultura in Italia, ho scoperto (e continuo a scoprire) tante belle iniziative legate alla lettura, alle biblioteche, ai libri, in giro per il Paese, e quindi trovavo bello e utile darne notizia. Ecco perchè oggi mi piace parlare del mio blog come di uno spazio per i libri di viaggio ed i libri in viaggio!

Sei di quelle che apprezzano o odiano i blogtour ?

Devo essere sincera, in merito a questo argomento sono in una posizione a metà strada. Da giornalista osservo che i blogtour sono ormai diventati (per enti del Turismo, istituzioni, destinazioni che li realizzano), tanto popolari quanto i “classici” viaggi stampa. Dai lettori vengono recepiti come più autentici perchè a raccontarne sono dei blogger, ma credo che si debba fare attenzione a non farsi prendere dalle contrapposizioni facili: a volte sono gli articoli che scaturiscono dai viaggi stampa ad essere considerati come “pubblicità gratuita” ma la realtà è molto più sfaccettata. Così come, dai resoconti e dalla “copertura” che vedo sui social e nei post, credo che non tutti i blogtour riescano a mantenere lo stesso grado di autenticità e spontaneità.

Che consiglio daresti a chi vuole creare un suo blog personale?

Innanzitutto, di provarci con entusiasmo. Di scegliere la propria “voce” senza lasciarsi condizionare da mode o dalla voglia di piacere a tutti. E soprattutto gli direi di curare molto la scrittura. Articoli originali, scritti in modo corretto, brillante ma soprattutto accurato, credo che facciano la differenza.

Chelibromiporto.com il blog

Lo fai di professione oppure è solo una tua passione?

Come ho detto prima, al momento il mio blog è passione, ma spesso riesco a metterci anche un po’ del mio lavoro, scrivendo di turismo mi capita di scovare idee, spunti e novità che con la filosofia del blog si legano molto bene. Non nascondo però che mi piacerebbe potesse diventare qualcosa di più!

Come giudichi i tuoi colleghi? Consigliaci un blog/blogger che ammiri o leggi volentieri.

Ecco un circolo virtuoso che è nato da quando anch’io ho un blog: l’aver conosciuto altri blogger in gamba che è un piacere leggere e ai quali sento di poter rivolgermi per consigli e pareri. Mi chiedi di consigliarne uno, se posso ne segnalo tre, ognuno con un suo taglio interessante:

Miprendoemiportovia.com: un travel blog di coppia che è diventato di famiglia, poichè con Elisa e Luca è arrivato anche il piccolo Sebastiano. Mi piace il loro approccio sereno al viaggio. Viaggiovero.com: perchè è scritto con competenza e tematiche sempre diverse da Cristiano e dai suoi collaboratori. Lilimadeleine.com: è un food blog ma dall’anima viaggiatrice, come la sua creatrice Oriana, giornalista di turismo.

Lascia un commento

Comment