Intervista a Silvia Ceriegi di Trippando.it

Silvia Ceriegi di Trippando.it

Buongiorno amici oggi intervistiamo Silvia Ceriegi ideatrice e travel blogger di Trippando.it uno dei blog di viaggio più apprezzati e seguiti del web. Oggi Trippando è una vera e propria community fatta da viaggiatori che condividono esperienze e racconti tutti da seguire. Conosciamo meglio chi c’è dietro Trippando attraverso le nostre domande di rito…

Conosciamoci un’ po’, hai voglia di parlarci di te e del tuo blog?

Certamente, eccomi. Ho da poco superato i 35 anni, sono sposata ed ho un bimbo di due anni e mezzo. Lavoro nella pubblica amministrazione ed ho nel cassetto una laurea in chimica industriale. Ho aperto Trippando, per gioco, in una calda estate col pancione. Dopo poco tempo ho aperto il blog ad altre persone appassionate di viaggi e adesso ho una ventina di co-blogger. Su Trippando si parla di viaggi a 360° e di tutto ciò che gira attorno al mondo del turismo. Da poco meno di un anno ho aperto anche un blog dedicato ai viaggi con i bambini, Mamma Ci Porti, dove, oltre a condividere i viaggi che faccio con la famiglia, è anche una sorta di diario personale.

Qual è il viaggio che ti è rimasto nel cuore?

Quello in Russia. Mosca e San Pietroburgo: splendide città, affascinanti e molto diverse tra loro. Il viaggio, in treno, tra le due città… è stato un’emozione forte, di quelle che si provano poche volte nella vita e di cui rimane difficile parlare.

Sei di quelle che apprezzano o odiano i blogtour ?

Essendo stata iniziata al viaggio a suon di gite del prete, devo dire che da quando non sono più una bambina e organizzo i viaggi da sola, amo la libertà. E’ per quello che partecipo poco ai blogtour. Di solito delego i miei co-blogger, anche se mi rendo conto che i blogtour permettono di conoscere dal vero persone che, magari, si frequentano abitualmente online. Forse è proprio per le mie esigenze che ho ideato, insieme ad un paio di amici blogger, i blog tour “a ciascuno il suo”. Viaggiare con altre famiglie blogganti mi mette a mio agio: avendo le stesse tempistiche dettate dalla presenza dei bambini, si riesce a visitare, socializzare, fare amicizie…

Che consiglio daresti a chi vuole creare un suo blog personale?

Avere da raccontare. Tanta gente apre un blog e lo abbandona dopo poco perchè non ha nulla da dire. Nel blogging occorre fare costantemente (o aver fatto in passato) esperienze da poter raccontare. E farsi venire in mente sempre nuove idee per coinvolgere i lettori.

Il blog di Trippando.it

Lo fai di professione oppure è solo una tua passione?
L’uno e l’altro, nel senso che ho un lavoro che mi dà parecchio tempo libero. E nel tempo libero, bloggo a livello professionale. Sono stata spiegata? 🙂

Come giudichi i tuoi colleghi? Consigliaci un blog/blogger che ammiri o leggi volentieri.

Come in tutto, ci sono blogger che mi piacciono di più ed altri che mi piacciono meno. Purtroppo ce ne sono anche tanti (ed anche a livelli medio-alti) che non padroneggiano la lingua italiana. Ecco, quelli non li leggerei nemmeno se raccontassero di un viaggio su Marte. Per il resto, i bravi ed i bravini sono tanti. Se proprio devo fare qualche nome di persone che leggo volentieri, Claudia Boccini de La Bussola e il Diario, Patrizia Belsito di Fashionfortravel e Paola Forneris di Viaggi e Delizie. Guarda caso, scrivono tutte e tre anche su Trippando! .

Comment(2)

  • Claudia
    18 febbraio 2014 at 23:52

    Silvia, ora sono in pieno frastornìo da imbarazzo! Ma grazie!

  • Ernesto de Matteis
    19 febbraio 2014 at 16:55

    Volevo solo aggiungere pubblicamente un ringraziamento accorata a Misses Trippando per avermi accolto nel rutilante mondo dei bloggers su Tripando. Ed avermi fatto scoprire un mondo “altro” che mi ha fatto crescere e conoscere luoghi persone e realtà sconosciute.

Lascia un commento

2 Comments