Visitare le Colonne d’Ercole a Gibilterra

Colonne di Ercole a Gibilterra

I miti e le leggende a volte possono essere considerate solo piccole storielle e niente più , ma la sensazione che ti da la Rocca di Gibilterra a volte, può davvero suggestionarvi e farvi credere che davvero li, sia il confine fra il mondo conosciuto e l’ignoto. Ed è proprio li che il moderno monumento delle Colonne d’Ercole è posizionato, sulla suggestiva Rocca, considerata da Ercole, durante le sue dodici fatiche, il limite estremo del mondo. Ma al di la di miti e leggende, il luogo da visitare è davvero suggestivo, vi sembrerà di stare in un luogo magico, unico, surreale. Comincio col dirvi che, la tappa obbligata, quando si visita Gibilterra è sicuramente la famosa Rocca, e il monumento è di strada per poi andare a vedere le famose scimmie in libertà, uniche in Europa.

La Rocca di Gibilterra vista dal mare

Come si arriva al Monumento delle Colonne D’ercole : 

I metodi per vedere il monumento sono molteplici, infatti ci si può avventurare a piedi, come fanno molti turisti, ma ve lo sconsiglio perchè soprattutto con il caldo, non è consigliabile e poi la rocca è bella alta. O siete dei grandi camminatori, oppure è davvero assurdo. Altro metodo è con la funivia, che ha una fermata intermedia proprio nelle vicinanze e una fermata sulla sommità della rocca. Ma per vedere il monumento dovete sempre arrivarci a piedi. Il metodo più comodo, che è poi quello che ho scelto io assieme ai miei compagni di viaggio di allora, è quello di contrattare con i tassisti ai piedi della rocca. I tassisti qui, conoscono la rocca come le loro tasche, ed hanno una certa confidenza anche con le scimmie, sanno come trattarle e sono sempre muniti di arachidi. Noi in 4 abbiamo contrattato per 25 euro, con salita sulla rocca, vista delle Saint Michael’s Cave, e visita alle scimmie. Insomma un mini tour, con tanto di tassista, molto simpatico, che è stato per noi anche un’ottima guida. Conta molto la vostra capacità nel contrattare il prezzo.

La rocca di Gibilterra di sera

Perchè vederlo?

Bisogna vederlo perchè è li che secondo la leggenda sarebbero posizionate, ma in realtà il monumento in se, non è che sia bellissimo, però il significato che ha, e l’atmosfera che si respira,per me ha contato più di tutto. Non so, forse è stata solo una mia sensazione, ma la rocca di Gibilterra ha un qualcosa di strano, di unico, come se fosse davvero un punto di confine tra il mondo e l’ignoto. Fatto sta che, una volta arrivati dinanzi al monumento, noterete l’enorme cartina del mondo antico e subito dopo troverete le due colonne con su scritto il nome dei due monti : Mons Calpe e Mons Abila. Una enorme targa invece, dinanzi al monumento dice ” To the ancient world, Gibraltar was known as Mons Calpe, one of the legendary pillars created by Hercules as a religious shrine and as an entrance to hades. To many it signified the non plus ultra, the end of the then known world” . Foto di rito, e un eccellente panorama dalla rocca, renderanno la visita davvero piacevole.

Tags:

Lascia un commento

Comment