Intervista a Luca Lattari di Viagando.com

Luca Lattari - Viagando

Buongiorno amici, oggi ho il piacere di intervistare Luca Lattari, ideatore e travel blogger di Viagando.com un blog che tratta molteplici argomenti e offre utili consigli a chi ama viaggiare a piedi, nel gusto, o in avventura. Conosciamo meglio Luca attraverso le nostre domande di rito…

Conosciamoci meglio, parlaci di te e del tuo blog

Sono una persona che ama vivere e nutrirsi quotidianamente delle sue passioni. Oltre alla musica, il mondo web e del turismo mi hanno sempre coinvolto particolarmente, e dopo averli approfonditi per anni ed anni tra i banchi di scuola e univerisità, ho deciso di fonderli per dare vita a Viagando.com. Viagando è innanzitutto passione, passione per i viaggi, per forme di turismo alternative che possano dare visibilità a tutte quei luoghi che, seppur improntati da testimonianze rilevanti, risultano ancora pochi conosciuti e apprezzati dal pubblico. Poi c’è il fattore esperienziale, che penso influenzi particolarmente le scelte e le preferenze di chi decide di partire. Viagando.com è anche questo.

Qual è l’oggetto indispensabile che porteresti sempre con te in viaggio?

Assolutamente la macchina fotografica, con il quale immortalare i momenti pregnanti dello straordinario in viaggio.
E’ uno strumento che adoro particolarmente, perchè nonostante sia facile e alla portata di tutti, ha grandi capacità come fermare il tempo e tirar fuori l’arte.

Qual è il viaggio che ti è rimasto nel cuore?

Vienna. La Città della musica, dove puoi soffermarti a bere un caffè in centro e vedere dame che passeggiano nelle carrozze trainate da lipizzani bianchi. Ogni volta che ritorno ho sempre una bellissima sensazione: quella di vivere in un’altra epoca ma con le comodità e la tecnologia a portata di mano.

Che consiglio daresti a chi vuole creare un suo blog personale?

Parto da una premessa che riguarda me personalmente: io sono la classica persona testarda, che si butta a capofitto nelle cose, e questo mi ha sempre consentito di vivere tantissime esperienze, tentare di realizzare tutte le idee e i progetti che mi passavano per la testa, portandomi a capire cosa realmente volessi e cosa avrei voluto fare in futuro. Per cui il consiglio che mi sento di dare a chi vuole creare un blog, è di provarci e togliersi ogni piccolo dubbio, proprio come ho fatto io.
Necessario è avere delle idee precise, essere motivati e soprattutto avere le giuste competenze prima di mostrarsi al mondo del web.

Lo fai di professione oppure è solo una tua passione?

Ho iniziato questo percorso dopo anni di studio sul turismo e sul web. Partendo da tanta passione e dedizione per ciò che ho approfondito tra i banchi di scuola, sono passato ad una vera e propria professione che spero possa tramutarsi in un solido futuro lavorativo.

Come giudichi i tuoi colleghi? Consigliaci un blog/blogger che ammiri o leggi volentieri.

Considero i blogger veri e propro artisti del web, dei professionsti che danno valore ad una cultura di cui essi stessi sono divulgatori. Penso una cosa però: che ci siano molti colleghi che non abbiano dato, al proprio blog, una giusta impronta, e non si siano specializzati in settori ben specifici. Il problema parte forse da una non preparazione sulla materia “turismo” in senso ampio.Seguo con molto piacere Andrea di Vologratis che, oltre ad essere una gran bella persona, condivide la mia stessa passione, ovvero quella del canto. Con questo mi ricollego a David Ackert che diceva: “I musicisti e i cantanti sono indubbiamente fra le persone più forti, persistenti e coraggiose sulla faccia della terra. In un solo anno affrontano il rifiuto quotidiano da parte delle persone in misura maggiore di quello che gli altri vivono in un’intera vita. Ogni giorno affrontano la sfida finanziaria di vivere uno stile di vita freelance, la mancanza di rispetto della gente che pensa che dovrebbero trovarsi un lavoro vero, e la loro stessa paura di non lavorare più in futuro. Ogni giorno, devono ignorare la possibilità che la visione a cui hanno dedicato la propria vita sia un sogno irrealizzabile”

Inutile dirlo, noi abbiamo una marcia in piu’! 😀

Comment(2)

  • Tommaso
    23 luglio 2014 at 11:27

    Seguo Viagando da un po di tempo, ma soprattutto perchè so che dietro ci sono persone come Luca che sono veramente straordinarie. Per non parlare della sua voce !!! 🙂

  • Luca
    23 luglio 2014 at 12:14

    Grazie Tommaso, mi fa veramente piacere! 🙂

Lascia un commento

2 Comments