Tre giorni a Dublino cosa visitare

Proprio ieri ripensando un po’ ai viaggi che ho fatto mi son reso conto di non aver mai scritto un mio ipotetico itinerario per visitare la città di Dublino. Così, raccogliendo un po’ gli articoli che sono presenti sul blog e riordinando un po’ le idee ho voluto mettere un punto fermo su un viaggio fatto anni fa ma che mi è rimasto nel cuore. L’itinerario è adatto a chi vuole soggiornare tre giorni a Dublino e decidere di visitare il centro città e i dintorni.

Dublin Castle a Dublino

In effetti tre giornate piene a Dublino possono bastare per visitare la città e soprattutto per vedere alcuni dintorni non troppo lontani che vi faranno conoscere un po’ d’Irlanda. Dublino è una città tutta da scoprire, accogliente, giovane e dinamica ma soprattutto ben collegata con l’Italia grazie all’avvento di Ryanair che, sentendo le voci dei tassisti locali, andrebbe benedetta per quanti turisti gli porta ogni anno. Ma veniamo al dunque e scopriamo assieme il mio itinerario di tre giorni a Dublino e cosa visitare durante un fine settimana nella città della birra Guinness.

Tre giorni a Dublino cosa visitare? Ecco il mio itinerario

1° Giorno:

Mattina:

  • Trinity College
  • Book of Kells

Pomeriggio:

  • Dublin Castle
  • Temple Bar

Come vi ho detto in precedenza, la città di Dublino è facilmente raggiungibile dai principali aeroporti italiani sia del Nord che del Sud Italia. Grazie alla compagnia di bandiera Aer Lingus e grazie anche alla più famosa low cost europea: Ryanair. Non vi sarà affatto difficile trovare un volo a buon mercato per la città di Dublino. Anche gli alberghi a Dublino si trovano facilmente soprattutto nella zona vicino al fiume Liffey dove sono sorti nel tempo numerosi hotel e alberghi di ottima fattura. Appena sistemanti in hotel, vi consiglio di munirvi di una guida della città con eventuale mappa del centro cittadino per orientarvi al meglio. Se non avete avuto il tempo di prendere una guida della città sul nostro sito principale c’è una guida di Dublino gratuita da stampare e portare con voi in viaggio. Altro consiglio, se soggiornate più di due giorni a Dublino vi conviene munirvi del Dublin Pass che vi offre anche incluso nel prezzo di acquisto, una mappa dettagliata della città e il trasferimento gratuito in autobus dall’aeroporto al centro città nonché l’ingresso gratuito alle principali attrazioni della città. Se il vostro soggiorno è più breve di due giorni non vi conviene fare il Dublin Pass.

Trinity College: La prima attrazione che ho visitato a Dublino è stata l’università più antica della città il Trinity College. L’ingresso è gratuito ed una volta entrati vi sarà possibile visitare i giardini e fare un tour guidato all’interno della prestigiosa università. Nella stessa mattinata potrete visitare anche la Old Library che conserva libri antichissimi e di enorme valore, tra cui il Book of Kells, un manoscritto risalente al IX secolo, contenente i quattro Vangeli del Nuovo Testamento. L’entrata alla Old Library è a pagamento ed è soggetta ad orari prestabiliti.

Temple Bar

Piccola pausa e poi subito pronti a tuffarsi nel pomeriggio dove ho visitato il Dublin Castle simbolo dell’occupazione britannica in Irlanda ma divenuto nel tempo uno dei luoghi più visitati della città.  La bellissima Torre per gli Annali, la Chanel Royal, la Throne Room rendono il castello una delle attrazioni più apprezzate di Dublino. La visita in totale dura circa 1 ora ed il ticket d’ingresso è compreso anche nel Dublin Pass.

Arriva il tardo pomeriggio e quale migliore occasione per trascorrerlo colloquiando con gli abitanti della città? Appuntamento a Temple Bar dove tra una pinta di guinness e un giro tra i diversi pub è possibile trascorrere l’intero pomeriggio e la serata.

2° Giorno:

Mattina:

  • Itinerari della Musica e giro città
  • Guinness Storehouse

Pomeriggio:

  • Giro per la città e Shopping
  • Old Jameson Distillery

Itinerari della musica a Dublino

Un itinerario che mi ha suscitato delle forti emozioni durante i miei tre giorni a Dublino è stato quella della musica. E’ un vero e proprio itinerario alla scoperta della musica che vi permetterà, grazie a delle tabelle a forma di disco in vinile, di scoprire i luoghi che hanno reso celebri band e artisti del calibro degli: U2, Corrs, Westlife, Sinead O’Connor, Bob Geldof, Chris de Burgh, I Chieftans, The Dubliners e numerosi altri. L’itinerario della musica può essere una buona scusa per scoprire alcuni luoghi simbolo della città ed ammirare anche le famose porte colorate di Dublino.

La storia della città è legata anche alla storia della sua birra più conosciuta: la Guinness. Per questo motivo nella stessa mattinata e primo pomeriggio potrete visitare la Guinness Storehouse con il bellissimo edificio che la ospita. Un tour alla scoperta della produzione della celebre birra scura divenuta oramai simbolo della città. Tour, assaggi e gadget in un esperienza davvero unica attraverso la storica birra della famiglia Guinness.

La città ha molto da offrire per chi vuole godersi un po’ di shopping e visitare alcuni luoghi caratteristici. A Dublino c’è tutto dall’alta moda ai capi vintage fino a negozi di artigianato locale, souvenir e piccoli negozi alla moda.  Anche se con l’itinerario della musica avete scoperto i luoghi più caratteristici della città non mancate di passeggiare in Grafton Street e in O’Connell Street dove sono concentrati la stragrande maggioranza dei negozi e centri commerciali della città. Non mancate di visitare il St. Stephen’s Green Shopping Center anche solo per la bellissima struttura in vetro e legno che lo contraddistingue.

La storia di Dublino è anche fatta di whiskey e per questo motivo non potete esimervi nel visitare la Old Jameson Distillery un vero e proprio museo all’interno di un’antica distilleria che risale al 1780. Qui potrete scoprire, attraverso un tour ben organizzato, filmati e ricostruzioni,  tutti i processi di produzione della famosa bevanda.

3° Giorno:

Mattina e Pomeriggio:

  • Escursione a Wicklow e Glendalough con visita ai laghi.

Sera:

  • I pub di Dublino

Il mio terzo giorno nella città l’ho trascorso fuori dalla città perché mi andava di scoprire il lato verde dell’Irlanda. Sono sempre stato affascinato dai dintorni di Dublino, ne ho sempre sentito parlare e mai avrei immaginato che fossero così affascinanti. Infatti il verde, che è il colore predominante di tutta l’Irlanda, mi ha lasciato davvero senza parole. E pensate che con questa escursione ho visto davvero poco. Non oso immaginare cosa ci sia ancora da scoprire!

Glendalough

Per questo motivo, in hotel trovai un volantino che mi ha permesso, grazie ad una bellissima escursione, di visitare le montagne di Wicklow, Glendalough e i famosi laghi: Loch Tay e Guinness Lake  nonché scoprire alcuni luoghi dove sono state girate alcune delle scene più avvincenti di famosi film d’autore.

Upper Lake a Dublino

L’escursione (ve ne parlo più dettagliatamente all’interno dell’articolo che riguarda i laghi) viene fatta in comodi autobus che dal vostro hotel vi portano direttamente nella contea di Wicklow e vi impegnerà gran parte della giornata. Si parte la mattina alle 7 e si torna alle 18. Consigliatissima!

Guinness Lake

La sera concedetevi un po’ di relax nei famosi Pub di Dublino che sono dislocati un po in tutta la città ed in particolare a Temple Bar. Durante i weekend i pub si trasformano in veri e propri locali danzanti dove potersi scatenare a ritmo di musica dal vivo, discoteca e musica locale. Una trasformazione netta rispetto alle sere durante la settimana.

Cerca voli economici per Dublino

Tags:

,

Comment(2)

  • Veru
    20 gennaio 2016 at 11:25

    Occhio che il muro degli U2 in Windmill Lane non esiste più, è stato abbattuto 🙁
    Parola di una che ci vive accanto da 6 anni ed è ancora molto molto triste.

  • Volopiuhotel.com
    20 gennaio 2016 at 11:28

    Grazie per la dritta. In effetti i miei ricordi di Dublino sono datati. Ma per fortuna che c’è sempre chi ci aggiorna in tempo reale. Grazie per la dritta!!!

Lascia un commento

2 Comments