Torre di Guevara o di Michelangelo a Ischia

Durante una vacanza o un fine settimana a Ischia vi capiterà di apprezzare numerosi monumenti, edifici storici, musei, e luoghi e spiagge meravigliose. Nella bellissima baia di Cartaromana sul versante orientale dell’Isola si trova la Torre del Guevara o anche conosciuta come Torre di Michelangelo o anche per gli ischitani:” Torre di Sant’Anna”. La torre la si può apprezzare sia da Via Nuova Cartaromana e sia dal mare se ci si trova in prossimità della baia. La Torre di Guevara o di Michelangelo a Ischia è uno dei monumenti più rappresentativi dell’isola assieme al Castello Aragonese che si trova proprio di fronte.

Un po’ di Storia della torre di Guevara o di Michelangelo a Ischia

L’aspetto attuale della torre è dovuto ad una recente ristrutturazione ma anticamente la torre era un avamposto di osservazione voluto da Alfonso d’Aragona nel 1433. L’origine dei vari nomi è dovuta a diversi fattori e leggende che hanno sempre un fascino particolare quando vi vengono raccontate. Fatto sta che la costruzione della torre è attribuita a Don Giovanni di Guevara o ad un altro membro della stessa famiglia, Don Francesco de Guevara divenuto governatore a vita dell’isola alla fine del 1400, da Carlo V. Altra fonte invece vuole che la torre sia chiamata ‘Torre di Michelangelo’ perché pare che Michelangelo Buonarroti vi abbia soggiornato per vivere accanto a Vittoria Colonna che all’epoca era residente al Castello, cui sarebbe stato legato da una segreta relazione amorosa. Gli ischitani invece la chiamano Torre di Sant’Anna proprio perché la torre è vicinissima agli scogli di Sant’Anna.

Torre di Guevara con il Castello Aragonese

Visitare la Torre

La Torre di Guevara o di Michelangelo a Ischia non è aperta al pubblico ma è possibile visitarla all’esterno. Però durante l’anno viene spesse volte adibita a struttura per esposizioni e manifestazioni di particolare interesse turistico e culturale. Non è raro infatti trovarvi durante l’anno anche interessanti mostre d’arte e manifestazioni culturali. Come vi dicevo in precedenza è possibile però vederla dall’esterno sia da Via Nuova Cartaromana e sia dal mare e dai vicini scogli di Sant’Anna. Anche da Ischia Ponte, in lontananza è possibile apprezzare la torre in tutto il suo splendore. Si articola su tre livelli e un ampio spiazzo dove vengono spesso organizzate manifestazioni.

Come arrivare alla torre

Per prima cosa bisogna arrivare da Napoli o dalle vicine isole a Ischia. (qui un articolo su come arrivare a Ischia). Vi ricordo che se volete andare ad Ischia con l’auto nel periodo estivo c’è, per i residenti in Campania, divieto di sbarco. Se invece siete residenti sull’isola o provenite da altre regioni non c’è alcun divieto. Per informazioni più precise in merito allo sbarco sull’isola visitate il sito del comune di Ischia.

Torre di Guevara o Michelangelo vista dal mare

Auto

Se avete la possibilità di portare o noleggiare un auto sull’isola potete raggiungere Cartaromana facilmente seguendo le indicazioni stradali. Da Ischia Porto bisogna seguire le indicazioni per Ischia Ponte e percorrere tutta Via Antonio Sogliuzzo per poi girare verso via Nuova Cartaromana. Percorrere tutta la strada che non ha sbocchi perché termina con una spiazzo e alcuni hotel nelle vicinanze. Dal porto sono circa 1 chilometro e mezzo.

Bus

Ci sono due autobus il C12 e C13 che vi porteranno direttamente a Cartaromana dal porto di Ischia e c’è proprio una fermata vicino al Giardino Eden e all’Hotel Don Felipe che vi porterà proprio accanto alla Torre di Guevara o di Michelangelo a Ischia.

Cerca hotel a Ischia
Confronta offerte hotel per Ischia e trova il miglior prezzo a partire da 33€ a notte
Confronta ora!

Lascia un commento

Comment