Un giorno a Malaga: itinerario a piedi

Spesse volte, per ragioni diverse, ci si trova a visitare una città di sfuggita o per poche ore senza avere la possibilità di approfondire alcuni luoghi e attrazioni da vedere. Questo può succedere quando si arriva in auto o anche di passaggio per esempio durante una crociera. La città di Malaga si presta molto a visite fugaci perchè il suo centro è ben concentrato e le principali attrazioni sono tutte abbastanza vicine l’una all’altra. Sicuramente un giorno a Malaga è possibile farlo ma non è certo sufficiente per poter vedere la città nella sua totalità.

Malaga è il cuore dell’Andalusia e si trova a Sud della Spagna ed è, a detta di molti, chiamata la capitale della Costa del Sol. Ho avuto modo di vederla più volte sia passandoci poche ore con una crociera e sia andandoci normalmente per qualche giorno. In entrambe i casi ho avuto modo di poter vedere tantissimo di questa città ma avevo già precedentemente pianificato un itinerario ben definito. L’itinerario dei tre giorni a Malaga lo potete trovare in questo articolo presente sul blog mentre l’itinerario di 1 giorno a Malaga lo potete trovare qui di seguito. Ho creato anche una mappa su Google Maps per far si che l’itinerario a piedi sia più chiaro e comprensibile.

Cattedrale di Malaga

Un giorno a Malaga cosa vedere ?

Il mio itinerario a piedi è focalizzato su tutto ciò che ha a che fare con Pablo Picasso, artista che mi ha sempre affascinato. Conosceremo sia il museo a lui dedicato e sia la chiesa dove è stato battezzato. Il percorso completo è di circa 4 Km da fare rigorosamente a piedi anche perchè alcune vie del centro città sono completamente interdette al traffico. Quindi se arrivate in auto o meglio ancora con una crociera o in aereo vi conviene raggiungere il centro città con i mezzi pubblici per poi proseguire a piedi.

L’itinerario a piedi di un giorno a Malaga vi permetterà di vedere:

  • La Cattedrale di Malaga (La Monquita)
  • Il Museo di Picasso
  • L’Alcazaba ed il Teatro Romano
  • Il castello e la collina di Gibralfaro
  • La chiesa di Santiago (Dove venne battezzato Pablo Picasso)
  • Giro per il centro con tapas

Vie del centro di Malaga

Per quanto possa sembrare breve come itinerario considerate sempre che per visitare il Museo di Picasso, l’Alcazaba e il Castello di Gibralfaro impiegherete diverse ore. Quindi munitevi di scarpe comode, cappellino per pararvi dal sole, e bottiglietta d’acqua fissa nello zaino perchè non è affatto facile visitare tutto questo sotto un sole cocente.

Io ci sono stato solo ed unicamente nel periodo estivo e credetemi che a Malaga c’è un caldo allucinante con picchi, nei mesi estivi più caldi, che toccano i 40° e più. Quindi andateci bene attrezzati.

Si parte dal centro città a poca distanza dal porto e dalla collina di Gibralfaro e si visita la famosa cattedrale di Malaga (Catedral de la Encarnación de Málaga) meglio conosciuta come “La Manquita” per via della torre campanaria meridionale che è incompiuta. Costruita sulle rovine di un’antica moschea la cattedrale di Malaga risulta essere la più alta cattedrale dell’Andalusia, costruita in uno stile ibrido gotico-rinascimentale a partire dal 1528.

Cattedrale di Malaga altra facciata

E’ possibile visitare la cattedrale al suo interno in orari prestabiliti e a pagamento ad un prezzo per adulti di 5€ e bambini 0,60 centesimi. La domenica e festivi resta chiusa.

Dalla cattedrale basta imboccare Calle Granada per poi arrivare nei pressi del Museo di Picasso a Malaga dove è possibile sia vedere la collezione permanente di alcune delle opere più famose dell’artista che esposizioni temporanee. L’intera visita del museo ha una durata in media di 1 ora o 1 ora e mezza.  Per informazioni più dettagliate su orari, prezzi ed esposizioni vi consiglio di visitare il sito ufficiale del Museo di Picasso a Malaga.

Alcazaba di Malaga

Nelle immediate vicinanze del museo si trova l’Alcazaba di Malaga ed il Teatro Romano uno dei luoghi assolutamente da non perdere in città. L’alcazaba di Malaga è una fortezza di epoca musulmana, costruita su una fortezza preesistente di origine fenicio-punica. Si trova proprio alle pendici della collina di Gibralfaro ed è un edificio davvero interessante da vedere. La fortezza al suo interno è molto interessante da visitare perchè ci sono giardini ben curati, fontane, e soprattuto godere di una veduta di Malaga dall’alto. Ai piedi dell’Alcazaba si trova anche il Teatro Romano dove vengono spesso, soprattutto nel periodo estivo, organizzati concenti e manifestazioni.

Teatro Romano a Malaga

Se vi spostate lungo la muraglia esterna vedrete che questa è collegata alla “coracha” ovvero mura disposte a zigzag che uniscono l’Alcazaba al Castello di Gibralfaro. Invece la muraglia interna consente di realizzare il cammino circolare lungo tutto il perimetro della fortezza. Seguendo il percorso è possibile visitare anche la somma più alta della collina con il Castello di Gibralfaro dove avrete modo di vedere tutta la città dall’alto.

Veduta dal Castello di Gibralfaro a Malaga

Una volta scesi dalla collina potete recarvi alla Iglesia de Santiago dove venne battezzato Pablo Picasso. E’ una normalissima chiesa di Malaga ma assume una valenza particolare perchè all’esterno troverete una targa che vi dirà che questa è la chiesa dove venne battezzato l’artista Pablo Ruiz y Picasso.

Dalla chiesa potete poi spostarvi verso le vie del centro per poter fare un giro di tapas e rifocillarsi dopo un tragitto a piedi davvero molto impegnativo. Diversi locali, piccoli ristoranti e soprattuto con ottimi prezzi vi permetteranno di assaggiare le specialità del posto.

Tapas in centro città a Malaga

Io ho provato personalmente solo le tapas della Taberna Cantarrana e sono state davvero ottime. In zona ci sono anche molti negozi e statue di artisti differenti che ornano le strade della città. In particolare poi potrete notare che per proteggere le persone dal forte sole tra un palazzo e l’altro vi sono dei teloni protettivi. Buona vacanza a Malaga!

Tags:

,

Comment(2)

  • Daniela
    8 marzo 2017 at 11:05

    Mi manca :-)!

  • Volopiuhotel.com
    9 marzo 2017 at 19:08

    Malaga è una città davvero unica.

Lascia un commento

2 Comments