Castellabate: le location di Benvenuti al Sud

Nel 2010 in tutte le sale italiane uscì Benvenuti al Sud un film diretto dal regista Luca Miniero e esilarante remake del film francese del 2008 Giù al Nord. Il film ha avuto un grosso successo nelle sale posizionandosi al 7°posto tra i film con maggiore incasso in Italia. La pellicola è ambientata per gran parte a Castellabate antico borgo nel Cilento, dove le riprese sono iniziate a settembre 2009, e nelle frazioni marine di San Marco di Castellabate e Santa Maria di Castellabate, tutti luoghi rientranti nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Questo evento ha fatto si che la tranquilla e bellissima Castellabate venisse presa interamente d’assalto da turisti provenienti da tutta Italia che, intenti a rivivere le scene del film, vengono appositamente in queste zone per vedere dove sono state girate le scene, conoscere i luoghi e ripercorrere ogni singola tappa. Il Cineturismo è molto diffuso in tutta Europa ed anche in Italia spesse volte, proprio in situazioni come questa, vengono creati, da agenzie e guide turistiche, dei veri e propri itinerari che toccano tutte le tappe e le scene dove sono stati girati film famosi, serie televisive e spot pubblicitari.

Nel mio soggiorno a Castellabate ho cercato di rivivere le scene del film individuando tutte le principali location della fortunata pellicola. Anche alcune scene di Benvenuti al Nord sono state girate, oltre che a Milano, anche a Castellabate e nelle frazioni vicine.

Castellabate Benvenuti al Sud

Il film gioca molto sugli stereotipi ed i luoghi comuni che ci sono tra Nord e Sud con un cast ben assortito e a mio avviso azzeccassimo. Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini, Nando Paone, Giacomo Rizzo sono i maggiori attori del fortunato lavoro diretto da Luca Miniero. Il film comincia con Alberto Colombo interpretato da Claudio Bisio, direttore di un ufficio postale della Brianza che voleva a tutti i costi trasferirsi in un ufficio postale di Milano perchè pressato dalla moglie che voleva vivere una vita più dignitosa. Si vede rigettare la domanda di trasferimento a Milano in quanto preceduto in graduatoria da un collega disabile.

Si finge a sua volta paraplegico per tentare di ottenere l’agognato posto. Alberto viene però scoperto, proprio davanti all’ispettore inviato a controllare il suo handicap: per punizione, l’uomo viene quindi sì trasferito ma nella parte opposta del Paese, in Cilento, a dirigere l’ufficio del piccolo paese di Castellabate. Da qui una serie di eventi e luoghi comuni con gag comiche che hanno decretato il successo del film.

Le location dove sono state girate le scene di Benvenuti al Sud

Se vi state chiedendo dove sono state girate le scene del Film Benvenuti al Sud di Luca Miniero non dovete allontanarvi molto da Castellabate perché molte scene del film sono state girate proprio nel borgo più bello d’Italia. Oltre che nel centro storico, scene sono state girate a Santa Maria e a San Marco e alcune location sono state praticamente adattate per favorire la narrazione della storia.

Scene nel centro storico di Castellabate

Il film comincia con l’arrivo di Alberto Colombo (Claudio Bisio) in auto sotto una pioggia torrenziale. Arriva proprio sotto la famosa lapide dove c’è scritto: “qui non si muore” in memoria di Gioacchino Murat che pronunciò quella frase dal belvedere San Costabile. Nel film la frase incisa sulla lapide è coperta da foglie di edera e quindi viene fuori: “Qui si muore”. Il tanto preoccupato Alberto si sente già in preda dei napoletani e del Sud verso un inquieto destino.

Lapide Gioacchino Murat qui non si muore

In Piazza X Ottobre 1123, la piazza principale di Castellabate è stato allestito un vero e proprio ufficio postale al posto del bar “La Piazzetta” quello con i teloni rosso scuro. In tutta la piazzetta sono state girate diverse scene tra cui la partita a calcio, la partita a biliardino, e molte altre. L’ufficio postale di Castellabate non è situato in quella posizione ma  si trova in Via Salerno a Santa Maria.

La Piazzetta Castellabate

Sempre nel centro storico di Castellabate, quando c’è l’inseguimento dei dipendenti dell’ufficio postale al direttore vengono inquadrati dal regista diversi vicoli del borgo di Castellabate, scalinate, e archi fino ad arrivare a Palazzo Perrotti dove c’è la casa di Alberto interpretato da Claudio Bisio. Il portone della casa è proprio quello di Palazzo Perrotti a Castellabate.

Palazzo Perrotti a Castellabate

Quando entra in casa e apre le finestre vede il mare. Quello è il panorama che si gode dal Belvedere San Costabile e dalla parte alta del borgo. Anche sul Belvedere San Costabile sono state girate diverse scene con la banda cittadina di Castellabate e alcune scene con il panorama ed i tramonti.

Scene a Santa Maria di Castellabate

Nella frazione di Santa Maria di Castellabate sono state girate diverse scene del film tra cui la più famosa e quando, Alberto (Claudio Bisio) viene inviato a cena dai dipendenti dell’ufficio postale. La location è situata dove c’è l’antico approdo con struttura ad archi del XII secolo e dove è ubicato il Ristorante le Gatte dove si è svolta la scena del film.

Marina Piccola a Santa Maria di Castellabate

Sempre a Santa Maria a Marina Piccola sono state girate le scene della festa con le bancarelle, del concerto con la canzone cantata da Valentina Stella e dei fuochi pirotecnici. In molte scene si vede anche Torre Perrotti anima storica di Santa Maria meglio conosciuta come Torre della Pagliarola riconosciuta Bene Culturale da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Torre Perrotti a Santa Maria di Castellabate

Scene a San Marco di Castellabate

La scena del rapimento della moglie di Alberto interpretata da Angela Finocchiaro sono ambientate in parte alla Torretta un’antica masseria che si trova vicino al centro di San Marco di Castellabate. Anche le scene di pesca sulla barca proprio in concomitanza con la famosa frase del film: “Quando un forestiero viene al Sud piange due volte: quando arriva e quando parte” è stata girata al Pozzillo un tratto di mare tra San Marco e Santa Maria.

Sempre nelle vie del centro di San Marco sono state girate diverse scene quando Bisio e Siani (Alberto e Mattia nel film) consegnano la posta ai vari abitanti di Castellabate.

Negozi souveniri a Castellabate

Altre curiosità sul film

A Castellabate ogni locale, bar e attività nel centro storico espone un cartello, gadget o un riferimento al film. Ci è voluto un film di successo per far scoprire uno dei borghi più belli d’Italia nonché Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Oggi molti turisti vengono a Castellabate proprio per rivivere di persona le scene del film e respirare quell’atmosfera di relax e goliardia che solo il Cilento può offrire. Nel film si fa riferimento a Napoli spesse volte anche con il linguaggio ma in realtà Castellabate si trova in provincia di Salerno nel cuore del Cilento. Anche il dialetto parlato in queste zone è ben differente dal napoletano che viene spiegato ad Alberto nel film. A Castellabate si parla il dialetto cilentano.

Sempre perchè si parla di turismo nel film viene fatta vedere una stazione di Castellabate che in realtà non è perfettamente corrispondente alla realtà. La stazione reale è quella di Agropoli-Castellabate ed è una stazione ferroviaria della Ferrovia Tirrenica Meridionale a servizio dei comuni di Agropoli e Castellabate. Le scene sono state girate alla stazione di Capranica-Sutri in provincia di Viterbo.

In paese non vi sarà difficile trovare souvenir che ricordano le frasi più famose del film. Ad esempio esistono magliette con le scritte “Jamme JA”, calamite con il logo del film e tante altre cose carine da poter portare a casa come ricordo di una vacanza in Cilento.

Cerca Hotel a Castellabate
Confronta le offerte dei migliori siti web e trova il miglior prezzo.
Cerca Hotel ora !

Lascia un commento

Comment