Codici aeroportuali: Cosa sono IATA e ICAO

Codici aeroportuali: Cosa sono IATA e ICAO

Vi siete mai chiesti quando prenotate un volo e sulla carta d’imbarco trovate delle strane sigle composte da TRE lettere grandi ? Ebbene quelle lettere sul vostro biglietto stanno ad indicare l’aeroporto di partenza e di arrivo. Le stesse sigle le trovate anche impresse sulle etichette dei bagagli da stiva.

Queste tre lettere grandi sono i codici aeroportuali meglio conosciuti come codici IATA e CODICI ICAO. Sono dei codici identificativi per indicare agli addetti ai lavori e alle compagnie aeree gli aeroporti di partenza e di arrivo.

Se state leggendo quest’articolo è perché la vostra curiosità vi ha portati su queste pagine e di conseguenza voglio trattare l’argomento nel modo più completo possibile. Non dovete sicuramente impararli tutti a memoria ma sicuramente potrete comprendere come vengono attribuiti e riconoscerli meglio durante il prossimo viaggio.

Cosa sono i codici IATA e ICAO ?

Il codice aeroportuale IATA è un codice di tre lettere che viene attribuito ai diversi aeroporti in tutto il mondo dalla IATA (International Air Transport Association, Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) che sono usati dalle linee aeree per orari, prenotazioni e gestione dei bagagli.

I codici ICAO (International Civil Aviation Organization) sono usati dal controllo del traffico aereo per la pianificazione dei voli. Hanno una struttura regionale dove la prima lettera è formata dall’iniziale dell’area geografica, la seconda individua una nazione del continente, le ultime due identificano ogni località. Questi stessi codici vengono usati anche dai centri di controllo e di comunicazioni, le stazioni radio, i radiofari, le stazioni meteorologiche.

Come viene assegnato il codice IATA ?

Ogni codice è univoco e viene assegnato ad ogni città che abbia uno scalo adatto al trasporto. Solitamente vengono assegnate le prime tre lettere che compongono il nome della città salvo per quelle città che hanno più di un aeroporto. Per queste città viene indicato il nome della località dove si trova l’aeroporto o anche con il nome dell’aeroporto stesso come avviene a NewYork per l’aeroporto JFK che sono appunto le iniziali del nome dell’aeroporto.

Questo accade quando in una determinata città ci sono più aeroporti e quindi per distinguerli bisogna per forza attribuire lettere diverse. La regola delle tre lettere iniziali di una località non è valida per tutte le città ma varia in base ad alcune casistiche particolari che possono essere la presenza di più aeroporti o denominazioni di aeroporti.

Esempi di codici aeroportuali

Dopo avervi spiegato cosa sono i codici aeroportuali vi inserisco alcuni esempi che vanno a spiegare alcuni codici IATA. Per esempio:

    • BRI Aeroporto di Bari-Palese,
    • BKK Aeroporto di Bangkok
    • NAP Aeroporto di Capodichino di Napoli
    • AMS Aeroporto di Amsterdam
    • LIS Aeroporto di Lisbona
    • VRN Aeroporto di Verona,
    • FIU Aeroporto di Fiumicino Roma (Qui è un esempio di località)
    • CIA Aeroporto di Ciampino Roma (Roma ha due aeroporti)
    • MXP Aeroporto di Malpensa
    • DUB Aeroporto di Dublino
    • VCE Aeroporto di Venezia

Codici Aeroportuali dei principali aeroporti italiani

      • Alghero (AHO)
      • Bari (BRI)
      • Bergamo (BGY)
      • Bologna (BLQ)
      • Catania (CTA)
      • Cagliari (CAG)
      • Firenze (FLR)
      • Genova (GOA)
      • Milano / Linate (LIN)
      • Milano / Malpensa (MXP)
      • Napoli (NAP)
      • Olbia (OLB)
      • Palermo (PMO)
      • Pisa (PSA)
      • Roma / Ciampino (CIA)
      • Roma / Fiumicino (FCO)
      • Torino (TRN)
      • Trapani (TPS)
      • Treviso (TSF)
      • Venezia (VCE)

Dove posso trovare un elenco di tutti i codici aeroportuali ?

Cercando In rete si trovano ovunque elenchi di tutti i principali codici IATA e ICAO. In particolar modo esiste un motore di ricerca per i codici IATA che trovi direttamente qui .

In più vi offro una dritta interessante che spesso questi codici si trovano anche nei principali motori di ricerca accanto tra parentesi alle destinazioni. Ad esempio su App o siti come Skyscanner o Google Voli , trovate spesse volte accanto alla destinazione anche il codice IATA.

Ora ne saprete sicuramente un po’ di più su questi codici identificativi aeroportuali e non vi sembreranno delle lettere senza senso. Buon Viaggio!

Volopiuhotel.com

Il blog di Volopiuhotel è uno dei 100 blog più conosciuti ed apprezzati da turisti e viaggiatori. Nasce nel 2008 come utile compendio al sito web principale ma diviene nel tempo un vero e proprio punto di riferimento per chi cerca informazioni utili per i propri viaggi. Con oltre 1200 articoli scritti dal Travel Blogger Marco Martucci, il blog di Volopiuhotel è oggi una piacevole realtà del mondo travel.

Articoli che potrebbero interessarti