Cosa vedere a Palermo in un giorno itinerario e info

Cosa vedere a Palermo in un giorno itinerario e info

Ho avuto modo di vedere la città di Palermo sia di giorno che di notte e l’ho apprezzata per la sua genuinità, eleganza e bellezza senza tempo. Sono partito da Napoli con un traghetto e dopo 11 ore di traversata ho raggiunto e pernottato a Palermo. Se vi state chiedendo cosa vedere a Palermo in un giorno siete capitati nel posto giusto perché reduce da questa splendida avventura ho stilato un mio itinerario a piedi per visitare i luoghi più interessanti della città.

Sono consapevole che un giorno non può bastare per visitare Palermo ma sicuramente troverete spunti e dritte per visitare i luoghi simbolo di una città che a me è piaciuta davvero tanto. Accogliente, divertente, allegra, elegante sono tanti gli aggettivi per definire Palermo ma forse non basterebbero per capire di cosa sto parlando veramente. Palermo va vissuta, vista e apprezzata così com’è.

Cosa vedere a Palermo

Ho studiato un piccolo itinerario su cosa vedere a Palermo rigorosamente a piedi anche perché provenivo dal porto che si trova proprio a ridosso della città e quindi mi è bastato camminare qualche centinaio di metri e mi sono ritrovato praticamente in centro.

Il centro storico di Palermo racchiude molteplici monumenti, chiese, fontane, edifici storici di una bellezza sconfinata. Se capitate da queste parti lasciatevi trascinare dalla bellezza delle chiese che racchiudono mosaici e dipinti appartenenti a diverse epoche, quartieri popolari e mercati veraci, edifici e fontane eleganti e l’accoglienza e la genuinità del popolo palermitano.

Qui in basso trovate la mappa dell’itinerario su cosa vedere a Palermo della durata di circa una giornata ed una lunghezza di 2,2 km. Se vi resta tempo potrete anche allungarvi al Palazzo dei Normanni che purtroppo non ho avuto tempo di vedere.

Teatro Massimo

Il Teatro Massimo è stata la prima tappa del mio itinerario a piedi nella città di Palermo. Ho alloggiato all’hotel Serena che si trova in via Mariano Stabile 139 proprio a pochi passi dal teatro. Sono arrivato la sera con il traghetto e la mattina seguente, dopo aver assaggiato lo street food palermitano, ho fatto colazione proprio al bar che si trova di fronte al teatro.

Il teatro Massimo è il più grande teatro lirico d’Italia nonché uno dei più imponenti e importanti teatri lirici in Europa. Per farvi un esempio è secondo solo all’Opéra di Parigi e alla Staatsoper di Vienna. Oltre alla stagione teatrale di notevole importanza e alla produzione di spettacoli è possibile anche visitare il teatro al suo interno proprio per la sua bellezza monumentale. Visitando il teatro potrete scoprire la Sala grande e gli altri suggestivi spazi tra cui il Salotto annesso al Palco reale, la Sala pompeiana, la Sala degli Stemmi, il Foyer. La durata della visita è di circa 30 minuti per un massimo di 12 persone.

Teatro Massimo di Palermo

Il Teatro è aperto per le visite tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:30 (ultima visita alle ore 17:00). Per i biglietti è possibile acquistarli on-line o presso la biglietteria che si trova proprio accanto al teatro.

Intero € 8,00
Biglietto Ridotto € 5,00 (under 26)
Ridotto gruppi (max 12 persone) € 6,00
Residente a Palermo € 3,00

Per maggiori informazioni sulla visita, per il regolamento e le restrizioni Covid-19 vi invito a visitare il sito ufficiale del teatro Massimo di Palermo.

Mercato Ballarò

Se vi state chiedendo cosa vedere a Palermo nel vostro itinerario non può mancare il mercato Ballarò. Un mercato autentico, unico, variopinto che rispetta tutte le più antiche tradizioni della città. Qui vi sarà possibile, oltre che acquistare prodotti freschi come cibo, frutta, verdura e prodotti tipici potrete assaggiare numerosi piatti tipici della tradizione come l’arancina, il pesce, le arance e perle come pane e panelle, panino con la meuza, e la stigghiola. Nell’articolo più avanti vi elencherò anche cosa ho mangiato a Palermo.

Mercato Ballarò

Il mercato di Ballarò è un mercato permanente che si estende da Piazza Casa Professa ai bastioni di corso Tukory verso Porta Sant’Agata e vicoli annessi. Tutto lo street food palermitano si trova qui in questo mercato tra i venditori che urlano e pubblicizzano la loro mercanzia ed il vociare delle persone che apprezzano e gustano e fanno acquisti.

Chiesa di Santa Maria dell’ammiraglio (La Martorana)

Arrivati in piazza Bellini non potete fare a meno di notare le chiese che si trovano al suo interno. In particolare la chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio meglio conosciuta come la Martorana è un vero e proprio capolavoro. Un mix di stili tra cui quello bizantino e normanno del Medioevo con torre di facciata che si sono susseguiti nel tempo e che hanno dato vita ad un autentico capolavoro parte dell’eparchia di Piana degli Albanesi.

La Martorana

Accedendo attraverso le scale che si trovano nella piazza potrete visitare al suo interno la chiesa e tutto il complesso al costo di 2€ a persona adulti e 1€ ridotto.

Dal 3 luglio 2015 fa parte del patrimonio dell’umanità (Unesco) nell’ambito dell’Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale.

La Cattedrale di Palermo

La Cattedrale di Palermo, dedicata a Maria Santissima Vergine Assunta è uno dei maggiori luoghi di culto cristiani della città. Trasformata in moschea al tempo della dominazione islamica, la basilica fu restituita al culto cristiano nel 1072 da Roberto e Ruggero d’Altavilla.

E’ una imponente struttura che si trova in Corso Vittorio Emanuele assolutamente da vedere sia all’esterno che all’interno. Infatti è possibile sia visitare la cripta e vedere diverse tombe tra cui anche la tomba di Re Ruggero II. Inoltre, sempre all’interno della cripta si trova anche il tesoro della cattedrale, una collezione di gioielli reali di enorme bellezza.

Ne vale assolutamente la pena in quanto anche qui potrete trovare un mix di stili che si sono susseguiti nel tempo che l’hanno resa uno dei luoghi più conosciuti di Palermo nonché patrimonio dell’umanità (Unesco) nell’ambito dell’Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale.

I quattro Canti

Se vi trovate a passeggiare per il centro di Palermo non potrete fare a meno di notare una piazza ottagonale all’incrocio dei due principali assi viari di Palermo: la via Maqueda e Via Vittorio Emanuele. Queste due vie piene di negozi, caffetterie e ristoranti sono, insieme a Via Libertà e a Via Rigguero Settimo le principali vie dello shopping di Palermo.

I quattro canti Palermo

I quattro canti sono un perfetto ottagono formato da quattro edifici alternati con diversi sbocchi laterali e adornati da numerose statue. Progettati nel 1608 dall’architetto fiorentino, Giulio Lasso, rientrano a pieno titolo nell’itinerario su cosa vedere a Palermo in quanto vengono indicati anche come “il teatro del sole” perché durante il giorno almeno una delle quattro facciate è illuminata dal sole.

Fontana Pretoria

La fontana Pretoria a Palermo si trova in Piazza Pretoria o anche conosciuta come Piazza della Vergogna, a causa della presenza di statue nude, quasi a simboleggiare decadenza e malcostume. La fontana venne realizzata nel 1554 da Francesco Camilliani a Firenze, ma nel 1581 venne trasferita in piazza Pretoria a Palermo.

Fontana Pretoria

Oggi è uno dei luoghi più suggestivi ed apprezzati della città in quanto la splendida piazza con la fontana al centro è anche sede di Palazzo Pretorio sede del comune  di Palermo costruito nel XIV secolo e ristrutturato nel XIX secolo.

Cosa mangiare a Palermo ?

Un itinerario su cosa vedere a Palermo non può essere completo se non si tratta anche l’argomento cibo. La tradizione culinaria palermitana e siciliana in generale è il fiore all’occhiello della città. Non potete soggiornare nel capoluogo siciliano senza aver assaggiato le prelibatezze locali.

Quando sono stato in centro al mercato di Ballarò ho provato molte cose e devo dirvi che ho assaggiato solo una piccola parte di quella che è la vera cucina palermitana. Considerate che nei mercati potrete fare anche un tour culinario alla scoperta dello street food locale perché ci sono molte bancarelle che vendono prodotti tipici e che vi li fanno anche assaggiare.

Colazione a Palermo

Come vi dicevo non c’è solo cosa vedere a Palermo ma c’è anche da soddisfare il vostro palato a partire dalla colazione fino alla cena. A colazione ho provato la granita di caffè con la panna e il cornetto con il ripieno del cannolo. Immancabile a merenda una bella brioches col gelato possibilmente al pistacchio o un cannolo.

Ho assaggiato anche la stigghiola fatta con le interiora di agnello e cotte alla brace, la granita di limone e di gelsi, e la premuta di arance sia locali che di Ribera un paesino vicino Sciacca. Altro piatto davvero interessante sono pane e panelle (piccole fettine fatte con farina di ceci) e ovviamente l’arancina. Al di là della disputa su come si pronuncia mi sono limitato a mangiarle con tutti i gusti possibili ed immaginabili.

arancina palermitana

Altro piatto delizioso è sicuramente il Pani câ meusa (Pane con la milza) o la pasta con il pesto alla siciliana e le sarde a beccafico che non possono assolutamente mancare nel vostro menù siciliano. Questi sono quelli che ho provato io ma ho letto di piatti molto interessanti assolutamente da provare. Quando sarete a Palermo vi renderete conto da soli che ne vale veramente la pena soffermarsi sui vari luoghi dove poter assaggiare i migliori piatti della tradizione.

Dove dormire a Palermo

Palermo è una città molto dedita al turismo anche perché con il porto arrivano giornalmente molti traghetti da diverse città d’Italia e navi da crociera. Ci sono tantissime case vacanza, B&B e hotel per tutte le tasche. Io ho soggiornato all’ Hotel Serena che si trova in via Mariano Stabile 139 attratto soprattutto dall’ottima posizione per visitare la città.



Booking.com

L’hotel è confortevole e si trova al primo piano di un palazzo in pieno centro città. Per quello che mi serviva a me è andato più che bene ma se cercate qualcos’altro su Booking trovate hotel e alloggi molto carini. Considerate di scegliere sempre un hotel che sia vicino al centro città o comunque ben collegato per visitare la città in poco tempo.

Cosa vedere a Palermo la sera

Durante il fine settimana la città si anima e le strade principali si affollano di persone. Ho avuto modo di girovagare per la città a ferragosto di quest’anno (2020) e le strade erano piene di persone. Ci sono molti locali dove poter mangiare e bar interessanti da visitare.

Ho visto locali molto carini dove poter fare un aperitivo o anche appoggiarsi per uno street food fugace prima di affrontare la serata. Ovviamente in piena emergenza covid-19 il tutto era molto più morigerato ma per quello che ho potuto vedere ci sono un sacco di cose da fare e da provare. Nel centro storico della città trovate ristoranti e locali alla moda mentre in Via Paternostro, zona frequentata da universitari ci sono altri locali e pub.

Anche nella zona del borgo vecchio e la Vucciria ci sono molti locali, bar e ristoranti tipici dove poter trascorrere la serata.

Video di Palermo

Durante il mio soggiorno a Palermo ho avuto modo di girare un video con i migliori luoghi, monumenti e cose da vedere nel centro storico della città.

Non mi resta che augurarvi una buona visita di Palermo senza però non farvi un ultimo regalo. Scaricate gratuitamente la guida in PDF di Palermo dal blog e portatela con voi in viaggio vi sarà molto utile per visitare la città.

Alcuni tour Interessanti da fare a Palermo

Volopiuhotel.com

Il blog di Volopiuhotel è uno dei 100 blog più conosciuti ed apprezzati da turisti e viaggiatori. Nasce nel 2008 come utile compendio al sito web principale ma diviene nel tempo un vero e proprio punto di riferimento per chi cerca informazioni utili per i propri viaggi. Con oltre 1200 articoli scritti dal Travel Blogger Marco Martucci, il blog di Volopiuhotel è oggi una piacevole realtà del mondo travel.

Articoli che potrebbero interessarti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *